345 6105044 veniceopenstage@gmail.com
Venice Open Stage
  • Date
    25-27 Jan 2015
  • Location
    Barrio la Venera, 25
  • Tickets
    150 Tickets
  • Speakers
    30 Speakers
02-13
Jul 2016
Festival del Teatro delle Università e delle Accademie
VENICE OPEN STAGE - 2016
Campazzo San Sebastiano, Venice
02
Jul
FESTIVAL LIVE

Cos'è il V.O.S.? Venice Open Stage è un Festival Internazionale di teatro universitario, un network giovane e solido che unisce l'Europa e si mostra a Venezia.

Torna il teatro all’aperto nei campi veneziani e dialoga col territorio portando tra la gente i punti di vista del mondo.

Dal quartiere alla città, ma soprattutto dalla città al mondo, sfruttando il richiamo che Venezia esercita sulla cultura internazionale.

Il palco del Venice Open Stage diventa simbolo di un passaggio di formazione cruciale per chi lo calca: dallo studio alla professione, ovvero al contatto col mestiere del teatro.

Edizioni
4
Pubblico
9000
Repliche
48
Nazioni
10
PROGRAMMA 2016

12 giorni di teatro sotto le stelle

  • 2 july
    Day 1
  • 3 July
    Day 2
  • 4 July
    Day 3
  • 5 JULY
    Day 4
  • 6 July
    Day 5
  • 7 July
    Day 6
  • 8 July
    Day 7
  • 9 JULY
    Day 8
  • 10 JULY
    Day 9
  • 11 July
    Day 10
  • 12 July
    Day 11
  • 13 july
    Day 12
  • SPETTACOLI
21.45 - 60' There’s No Place Like
Arts Educational Schools/ Althea Company – Londra/ INGHILTERRA

Scritto da Lilac Yosiphon Diretto da Marianne Mayer e Cole Michaels con Lilac Yosiphon, Sam Elwin e Marcus Frewin-ˇRidley (chitarra)


LO SPETTACOLO

Una barista non inglese incontra un cliente inglese nel suo pub, i due parlano della diversa percezione che hanno e di cosa è per loro Casa.Lo spettacolo pone delle questioni sul desiderio e senso d’appartenenza a una patria, e sull’immigrazione, temi di cui è difficile non parlare nella società di oggi.


LA SCUOLA

Fondata nel 1939, ArtsEd è diventata negli anni la migliore scuola di Musical Theatre nel Regno Unito. Nel 2007 Lord Andrew Lloyd Webber ne diventa il Presidente, seguendo le orme di Alicia Markova, fondatrice dell'English National Ballet.

  • SPETTACOLI
  • CONFERENZE
ORE 21.45 - 60' There’s No Place Like
Arts Educational Schools/ Althea Company – Londra/ INGHILTERRA

Scritto da Lilac Yosiphon Diretto da Marianne Mayer e Cole Michaels con Lilac Yosiphon, Sam Elwin e Marcus Frewin-ˇRidley (chitarra)


LO SPETTACOLO

Una barista non inglese incontra un cliente inglese nel suo pub, i due parlano della diversa percezione che hanno e di cosa è per loro Casa.Lo spettacolo pone delle questioni sul desiderio e senso d’appartenenza a una patria, e sull’immigrazione, temi di cui è difficile non parlare nella società di oggi.


LA SCUOLA

Fondata nel 1939, ArtsEd è diventata negli anni la migliore scuola di Musical Theatre nel Regno Unito. Nel 2007 Lord Andrew Lloyd Webber ne diventa il Presidente, seguendo le orme di Alicia Markova (Fondatrice dell'English National Ballet).

dalle 19.30 alle 20.30 Carmelo Rifici e Paola Bigatto
Appunti di formazione teatrale

Essere Direttori di una Scuola porta una serie di domande: esiste un metodo per insegnare a recitare? Che cosa significa fare una scuola per attori? Che tipologia di attori serve al teatro contemporaneo?


Carmelo Rifici

Da maggio 2014 è il nuovo direttore artistico di LuganoInScena, il teatro pubblico della città di Lugano, con l’incarico di direttore artistico della parte Prosa e Danza per il nuovo grande polo culturale svizzero LAC. È stato recentemente nominato Direttore della Scuola del Piccolo Teatro di Milano, succedendo al Maestro Luca Ronconi.

.

Paola Bigatto

Attrice, regista e drammaturga, ha preso parte a una lunga serie di spettacoli diretti da Luca Ronconi, di cui è stata assistente presso la scuola del Piccolo Teatro di Milano. È stata allieva e collaboratrice di Renata Molinari, con la quale ha scritto "L'attore civile". Attualmente insegna presso l'Accademia Teatrale Veneta di Venezia, la scuola del Piccolo Teatro di Milano e l'Accademia Nico Pepe di Udine.


Conferenze presso Aula Gradoni - Università IUAV

Cotonificio - Dorsoduro 2196

  • SPETTACOLI
  • CONFERENZE
ORE 21.45 - 40' ICON
Aristotele University – Salonicco/ GRECIA

Idea, Regia e Scenografia di Dido Gkogkou, Iliana Kaladami, Eleni Kanakidou, Sonia Samartzidou con Dido Gkogkou, Eleni Kanakidou, Sonia Samartzidou. 

Insegnanti: Apostolos Fokion Vettas, Lila Karakosta


LO SPETTACOLO

Una serie di eventi inscritti in uno spazio. Tre donne conversano con mezzi semplici, la musica partecipa rimodellando icone nell'ambiente. Il principio di tutte le cose è il pavimento. Un pavimento costruito con il cartone per le uova, materiale indegno di carta compressa, che comprende nella sua struttura sia il cerchio che il quadrato.


LA SCUOLA

Fondata nel 1925, ad oggi è la più grande università della Grecia e conta circa 70.000 studenti. Attraverso l’insegnamento e le attività di ricerca, la scuola di Salonicco crea, promuove e rafforza l’innovazione in tutta la Grecia.

dalle 19.30 alle 20.30 Giovanni De Luca
Dalla caverna di Platone alle riprese in 4k

Coscienza collettiva, luce, immagine, rappresentazione della realtà. Breve storia della luce nei processi cognitivi della tribù digitale.


Giovanni De Luca

Professionista con un'esperienza più che trentennale nella comunicazione (radio, tv, multimedia) in Italia e all’estero. Da 20 anni Dirigente RAI. Dal 2002 è Direttore della sede RAI per il Veneto.


Conferenze presso Aula Gradoni - Università IUAV

Cotonificio - Dorsoduro 2196

  • SPETTACOLI
  • CONFERENZE
ORE 21.45 - 40' ICON
Aristotele University – Salonicco/ GRECIA

Idea, Regia e Scenografia di Dido Gkogkou, Iliana Kaladami, Eleni Kanakidou, Sonia Samartzidou con Dido Gkogkou, Eleni Kanakidou, Sonia Samartzidou. 

Insegnanti: Apostolos Fokion Vettas, Lila Karakosta


LO SPETTACOLO

Una serie di eventi inscritti in uno spazio. Tre donne conversano con mezzi semplici, la musica partecipa rimodellando icone nell'ambiente. Il principio di tutte le cose è il pavimento.Un pavimento costruito con il cartone per le uova, materiale indegno di carta compressa, che comprende nella sua struttura sia il cerchio e il quadrato.


LA SCUOLA

Fondata nel 1925, ad oggi è la più grande università della Grecia e conta circa 70.000 studenti. Attraverso l’insegnamento e le attività di ricerca, la scuola di Salonicco crea, promuove e rafforza l’innovazione in tutta la Grecia.

ORE 18.00 - 60' Barbablù
Università Iuav di Venezia / Laboratorio intensivo di messa in scena

DA MARTEDì 5 A GIOVEDì 7 LUGLIO. Aula Teatro, ex Convento delle Terese, Venezia Regia di Csaba Antal Assistente alla didattica Alberto Favretto con Giorgia Cocozza, Claudia Rossetti, Eleni Alkyoni Thilykon-Tsaroncha, Irene Segalla, Eleonora Da Frè, Irene Bedin, Serena Treppiedi, Christos Christopoulos, Chiara Vitale, Mariavittoria Benedetti, Eugenia Avveduto, Verdiana Biffis


LO SPETTACOLO Tratto dal libretto di Béla Balázs e scritto per l’opera lirica di Béla Bartók. La fiaba è in Ungheria (paese d’origine del regista) un testo studiato nelle scuole e facente parte della cultura fondante popolare. Un racconto che narra di un viaggio metafisico alla scoperta dell’anima del protagonista, dalla sua oscurità alla luminosità celestiale. In una messa in scena sacrale nell’unico luogo religioso rimasto nell’università, l’aula teatro del convento delle Terese.

dalle 19.30 alle 20.30 Fabrizio D’Oria, Cesare Benedetti
Il Senato degli Studenti Iuav: vent’anni di rappresentanza

Storia, funzionamento e potenzialità di uno strumento da più di vent’anni in mano agli studenti dell'Università Iuav di Venezia.

Fabrizio D’Oria

Dirigente di Vela spa, membro del CdA dello Iuav e fondatore del Senato degli Studenti.

Cesare Benedetti

Studente di Progettazione e Pianificazione in Ambienti Complessi e attuale Presidente del Senato Studenti Iuav.


Conferenze presso Aula Gradoni - Università IUAV

Cotonificio - Dorsoduro 2196

  • SPETTACOLI
  • CONFERENZE
22.45 - 20' Persepolis
Institut del Teatre/ Zapia Company – Barcellona/ SPAGNA

Creazione Collettiva 

Con Hodei Arrastoa, Gaia Bautista, Júlia Clarà, Agnès Jabbour, Pol Para, Alba Tortras


LO SPETTACOLO

Il fumetto di Marjane Satrapi, Persepolis, è l'ispirazione e la scusa per la creazione di una breve partitura fisica, che finisce per emanciparsi totalmente dalla narrazione di partenza.

La pièce nasce in uno spazio espressivo fra il teatro di figura e la danza, e apre un discorso, che resta ovviamente irrisolto, sui luoghi e le narrazioni, sulle libertà personali ed il senso di appartenenza.


LA SCUOLA

L'ESAD è un centro di formazione di studi superiori d'arte drammatica, che dà valore e stimola la riflessione e la ricerca, così come l'impegno per la libertà artistica di pensiero e di creazione. Uno dei luoghi di formazione più importanti e reputati della Spagna intrattiene da anni grosse attività di partenariato con tutte le istituzioni culturali nazionali.

21.30 - 55' INSOMNIA
Scuola Teatro Dimitri – Verscio/ SVIZZERA

Regia di Pavel Stourac con Annette Fiaschi, Alessandra Francolini, Tereza Slavkovska, Santiago Bello, Robert Diaz, Igor Mamlenkov, Charles Tiendrebeogo

Collaborazione artistica: Elia Moretti, Katerina Sobanova, Alessandro La Rocca

Luci: Dante Carbini

Insegnanti: Corinna Vitale, Richard Weihe


LO SPETTACOLO

Una performance teatrale di sette studenti Master dell’Accademia Teatro Dimitri, che combina Physical Theatre e Puppet theatre con musica dal vivo. Lo spettacolo si basa su poesie e testi di diversi autori, registi e coreografi dell’ultimo secolo Antonin Artaud, Jerzy Grotowski, Rudolf Laban, Edward Gordon Craig e altri.


LA SCUOLA

L’istituto fondato nel 1975 dal clown svizzero Dimitri, ora affiliato alla Scuola Universitaria Professionale della Svizzera (SUPSI), propone una formazione di base, unica a livello europeo, in tutti gli ambiti del teatro di movimento.

ORE 18.00 - 60' Barbablù
Università Iuav di Venezia / Laboratorio intensivo di messa in scena

DA MARTEDì 5 A GIOVEDì 7 LUGLIO. Aula Teatro, ex Convento delle Terese, Venezia Regia di Csaba Antal Assistente alla didattica Alberto Favretto con Giorgia Cocozza, Claudia Rossetti, Eleni Alkyoni Thilykon-Tsaroncha, Irene Segalla, Eleonora Da Frè, Irene Bedin, Serena Treppiedi, Christos Christopoulos, Chiara Vitale, Mariavittoria Benedetti, Eugenia Avveduto, Verdiana Biffis


LO SPETTACOLO Tratto dal libretto di Béla Balázs e scritto per l’opera lirica di Béla Bartók. La fiaba è in Ungheria (paese d’origine del regista) un testo studiato nelle scuole e facente parte della cultura fondante popolare. Un racconto che narra di un viaggio metafisico alla scoperta dell’anima del protagonista, dalla sua oscurità alla luminosità celestiale. In una messa in scena sacrale nell’unico luogo religioso rimasto nell’università, l’aula teatro del convento delle Terese.

dalle 19.30 alle 20.30 Oberdan Forlenza
Il Teatro come bene comune

Il teatro non è spettacolo, ma un "bene comune" contemporaneamente necessario e di tutti. Il teatro è un "bene culturale", non una semplice attività. È un’attività che diventa "bene" anche in senso giuridico, ma un bene che non ammette titolarità esclusive di diritti, né da parte delle istituzioni pubbliche né' da parte di imprenditori e singoli. È su questa nuova considerazione del teatro che devono misurarsi i doveri delle istituzioni pubbliche, e la responsabilità degli artisti.
Oberdan Forlenza Consigliere di Stato. Ha svolto attività di consulenza giuridica per la Camera dei Deputati e il Governo. Insegna Legislazione dei beni e delle attività culturali allo IUAV di Venezia.

Conferenze presso Aula Gradoni - Università IUAV

Cotonificio - Dorsoduro 2196

  • SPETTACOLI
  • CONFERENZE
21.30 - 20' METAMORFOSI II – Orfeo pastiche
Conservatorio Arrigo Pedrollo – Vicenza

Musiche di Monteverdi, Offenbach, Gluck e Schubert Direttore  Jacopo Cacco Soprano  Medea de Anna Basso  Wang Zequn Baritono  Lin Chen Yang Ensemble d'Archi Violini primi: Louise Antonello, Antonio Gioia, Giulio Zanovello Violini secondi: Matilde Schiavon, Daniela Dalle Carbonare, Valeria Zanovello Viole: Adrian Gustavo Dvoracek, Zoe Canestrelli Violoncelli: Giovanni Genovese, Guido Formichi Contrabbasso: Alessandro Banovich Trascrizioni per ensemble d'archi: Alberto Piazza, Enzo Marcuzzo

22.00 - 20' METAMORFOSI II – Racconti del corpo e dell’anima – Musica e danza dall’India
Conservatorio Arrigo Pedrollo – Vicenza

Bansuri(flauto indiano): Angelo Sorato

Sitar: Riccardo Lotto Tabla: Riccardo Meneghini Canto indiano: Barbara Zoletto Danza Kathak: Shirly Cossettini, Valeria Vespaziani, Maya Russo Coordinazione d'insieme: Rosella Fanelli


LA SCUOLA

Il conservatorio Arrigo Pedrollo si è distinto negli ultimi anni per la realizzazione di progetti didattici originali e continua oggi a caratterizzarsi per una politica attenta alle novità, alle possibilità e alle esigenze provenienti dalla società e dal mercato del lavoro musicale.

ORE 18.00 - 60' Barbablù
Università Iuav di Venezia / Laboratorio intensivo di messa in scena

DA MARTEDì 5 A GIOVEDì 7 LUGLIO. Aula Teatro, ex Convento delle Terese, Venezia
Regia di Csaba Antal Assistente alla didattica Alberto Favretto con Giorgia Cocozza, Claudia Rossetti, Eleni Alkyoni Thilykon-Tsaroncha, Irene Segalla, Eleonora Da Frè, Irene Bedin, Serena Treppiedi, Christos Christopoulos, Chiara Vitale, Mariavittoria Benedetti, Eugenia Avveduto, Verdiana Biffis
LO SPETTACOLO
Tratto dal libretto di Béla Balázs e scritto per l’opera lirica di Béla Bartók. La fiaba è in Ungheria (paese d’origine del regista) un testo studiato nelle scuole e facente parte della cultura fondante popolare. Un racconto che narra di un viaggio metafisico alla scoperta dell’anima del protagonista, dalla sua oscurità alla luminosità celestiale. In una messa in scena sacrale nell’unico luogo religioso rimasto nell’università, l’aula teatro del convento delle Terese.

dalle 19.30 alle 20.30 Leonella Grasso Caprioli, Alberto Ferlenga e Carlotta Scioldo
Ricerca artistica nell’Alta formazione: contesto internazionale e situazione italiana

A livello internazionale, la sperimentazione sui Dottorati artistici presenta una varietà di proposte molto articolate, e le Facoltà vocate al dialogo teorico-pratico con le discipline artistiche, rappresentano un avamposto ideale per la sperimentazione di nuovi modelli.


Leonella Grasso Caprioli

È responsabile delle Attività di Ricerca del Conservatorio di Vicenza, nonché Direttrice del Dipartimento di canto e teatro musicale. È Presidente dell’associazione per la Ricerca Artistica Musicale in Italia, membro italiano del Working Group European Platform of Artistic Research in Music.

Alberto Ferlenga

Dal 2015 Rettore dell’università Iuav di Venezia e professore ordinario di progettazione architettonica. Autore di numerosi volumi sull’architettura, redattore di riviste, direttore del settore Architettura della Triennale di Milano. Progettista.

Carlotta Scioldo

Nel 2010 vince la borsa di studio da ricercatrice presso la New York University con un progetto sulle pratiche performative. Lavora come ricercatrice e dramaturg per diversi progetti in Italia, in Inghilterra, in Grecia, in Germania e in Belgio.


Conferenze presso Aula Gradoni - Università IUAV

Cotonificio - Dorsoduro 2196

  • SPETTACOLI
  • CONFERENZE
21.45 - 70' I PERSIANI
Accademia Teatrale Veneta – Venezia

Regia: Laura Moro e Michele Modesto Casarin

con Arianna Addonizio, Meredith Airò Farulla, Oscar Bettini, Matteo Campagnol, Lucas Joaquin Da Tos, Tommaso Fermariello, Sebastien Halnaut, Camilla Lopez, Gaia Magni, Marlon Zighi Orbi, Michele Paoli, Sofia Pauly ed Irene Silvestri


LO SPETTACOLO

I Persiani racconta di un esercito potente, conquistatore, distrutto in terre lontane da una piccola confederazione di città, nonostante la superiorità manifesta, il gap tecnologico, le disponibilità economiche. Lo spettacolo realizzato dagli studenti del terzo anno lo racconta dispiegando appieno i mezzi del teatro di narrazione, il movimento corale, il dialogo, le maschere.


LA SCUOLA

Scuola triennale per la formazione professionale dell’attore con sede a Venezia, è stata fondata nel 2007 per rispondere all’esigenza di dotare anche il territorio veneto di un centro per la formazione professionale di attori.

dalle 19.30 alle 20.30 Daniele Biacchessi
Dall’inchiesta al teatro civile

Il lungo e meticoloso lavoro di rielaborazione di un fatto di cronaca e la sua trasformazione in un testo di impegno civile.


Daniele Biacchessi

Giornalista, scrittore e conduttore radiofonico, attuale capo redattore di Radio24, vincitore di numerosi premi letterari, ha dedicato gran parte della sua vita a raccontare al paese le storie del terrorismo italiano e delle vittime della mafia.


Conferenze presso il Teatrino dei Carmini

Calle lunga San Barnaba, Venezia

  • SPETTACOLI
  • CONFERENZE
21.45 - 50' Macbeth in the kitchen
Istanbul Bilgi University/ Kadro Pa Company - Istanbul / TR

Di e con Simge Günsan Occhio esterno: Burak Tamdoğan Musiche: Evren Gülseven, Argın Aytaç Light designer: Can Girgin


LO SPETTACOLO Nato con l’intento di citare Shakespeare stesso, questo spettacolo si autodefinisce come una storia raccontata da un idiota. Un idiota autoproclamatosi tale, questo è. Lo sfondo dell’azione è una cucina vera. I personaggi sono gli utensili e gli ingredienti usati cucinare per un tipico piatto turco: il menemen, una tradizionale omelette.
LA SCUOLA La BİLGİ University di Istanbul è membro attivo del Laureate International Universities Network. Fondata nel 1994, è ad oggi una delle università più grandi della Turchia. Conta 25.000 studenti, 1000 professori, 6 facoltà. L’istituto fornisce inoltre programmi di connessioni tra laureati e non per favorire lo sviluppo professionale.

dalle 19.30 alle 20.30 Monica Centanni e Daniela Sacco
Teatro politico: un'invenzione greca. Dal mito alla tragedia della polis

Il "Teatro civile" non è un'invenzione recente: l'idea del Teatro come luogo della rappresentazione dei conflitti che animano la vita politica della città è connaturata alle origini del teatro e nasce ad Atene, nel V secolo a.C., e ora, nuovamente, a fare i conti con lo straordinario dispositivo di riflessione, rappresentazione e consapevolezza collettive che fu inventato in Grecia 2500 anni fa.


Monica Centanni

Dal 2002 è professore associato all’Università Iuav di Venezia (insegnamento di Fonti greche e latine e di Iconologia e tradizione classica). Dal 2006 è il direttore del Centro studi classicA Iuav. È membro e rappresentante per l'Italia di Arc-Net, “The European Network of Research and Documentation of Performances of Ancient Greek Drama ”

Daniela Sacco

Collabora con il Centro studi classicA dell’Università IUAV di Venezia, autrice di saggi, articoli e testi per la scena, si occupa di estetica e filosofia del teatro.


Conferenze presso Aula Gradoni - Università IUAV

Cotonificio - Dorsoduro 2196

  • SPETTACOLI
  • CONFERENZE
21.45 - 50' Macbeth in the kitchen
Istanbul Bilgi University/ Kadro Pa Company - Istanbul / TR

Di e con Simge Günsan Occhio esterno: Burak Tamdoğan Musiche: Evren Gülseven, Argın Aytaç Light designer: Can Girgin


LO SPETTACOLO Nato con l’intento di citare Shakespeare stesso, questo spettacolo si autodefinisce come una storia raccontata da un idiota. Un idiota autoproclamatosi tale, questo è. Lo sfondo dell’azione è una cucina vera. I personaggi sono gli utensili e gli ingredienti usati cucinare per un tipico piatto turco: il menemen, una tradizionale omelette.
LA SCUOLA La BİLGİ University di Istanbul è membro attivo del Laureate International Universities Network. Fondata nel 1994, è ad oggi una delle università più grandi della Turchia. Conta 25.000 studenti, 1000 professori, 6 facoltà. L’istituto fornisce inoltre programmi di connessioni tra laureati e non per favorire lo sviluppo professionale.

  • 11 July
21.45 - 60' EXIL[S]
Université Paris 8 Vincennes-Saint-Denis/ Palco Ensemble – Parigi/ FRANCIA

Regia di Florian Micheli

Creazione collettiva

con Adrien Cortun, Laure Deyna, Adrian Mazzola, Stéphane Meziani e Florian Micheli


LO SPETTACOLO

Il bisogno di viaggiare, di perdere i sensi, di ritrovare sé stessi nel vagabondaggio, di errare. Questi aspetti dell'esilio, invocato come un’isola poetica, sono il punto di partenza per cogliere le tracce lasciate dagli esseri in movimento. Si re-inventa la storia di una persona immaginando le tracce della sua esistenza: l’orma di uno sconosciuto che incrocia la nostra strada, un essere che si libera di un pezzo della sua storia prima di scomparire nell’oscurità.


LA SCUOLA

L'istituzione attuale è l'erede del Centro Universitario Sperimentale di Vincennes che nacque nel 1968 dalla voglia di alcuni professori della Sorbona di creare un centro di formazione alternativo a quello statale. Tra questi fondatori è doveroso ricordare filosofi come Gilles Deleuze, Michel Foucault e Jean François Liotard.

dalle 19.30 alle 20.30 Paola Piizzi Sartori e Sarah Sartori
Omaggio all'artista Donato Sartori - Maschera oltre la maschera: scultura viva

Il percorso artistico di Amleto e Donato Sartori dal 1928 a oggi e una piccola mostra delle maschere sceniche che li hanno resi famosi in tutto il mondo.

Paola Piizzi Sartori

Direttrice Museo Internazionale della Maschera Amleto e Donato Sartori.

Sarah Sartori

Curatrice del Centro Maschere e Strutture Gestuali.


Conferenze presso Aula Gradoni - Università IUAV

Cotonificio - Dorsoduro 2196

  • 12 july
ore 21.45 - 60' EXIL[S]
Université Paris 8 Vincennes-Saint-Denis/ Palco Ensemble – Parigi/ FRANCIA

Regia di Florian Micheli

Creazione collettiva

con Adrien Cortun, Laure Deyna, Adrian Mazzola, Stéphane Meziani e Florian Micheli


LO SPETTACOLO

Il bisogno di viaggiare, di perdere i sensi, di ritrovare sé stessi nel vagabondaggio, di errare. Questi aspetti dell'esilio, invocato come un’isola poetica, sono il punto di partenza per cogliere le tracce lasciate dagli esseri in movimento. Si re-inventa la storia di una persona immaginando le tracce della sua esistenza: l’orma di uno sconosciuto che incrocia la nostra strada, un essere che si libera di un pezzo della sua storia prima di scomparire nell’oscurità.


LA SCUOLA

L'istituzione attuale è l'erede del Centro Universitario Sperimentale di Vincennes che nacque nel 1968 dalla voglia di alcuni professori della Sorbona di creare un centro di formazione alternativo a quello statale. Tra questi fondatori è doveroso ricordare filosofi come Gilles Deleuze, Michel Foucault e Jean François Liotard.

dalle 19.30 alle 20.30 Laura Forti
Storie di fantasmi – il personaggio della donna straniera nel teatro contemporaneo italiano

La difficoltà drammaturgica nel creare il personaggio dell'immigrata consiste nel ricostruire la sua identità, le sue relazioni affettive precedenti all'espatrio, i legami con la famiglia originaria e il suo paese, con il suo passato. Senza queste relazioni, la straniera rischia di restare in un limbo generico, di assumere una personalità fittizia, funzionale, a metà tra lo stereotipo e il fantasma.


Laura Forti

Una delle drammaturghe italiane contemporanee più rappresentate all'estero. I suoi testi sono stati tradotti e rappresentati in Cile e in molti paesi europei,  soprattutto in Francia, dal Theatre de la Ville alla Comedie-Francaise. Sul piano didattico collabora con prestigiose università e scuole internazionali.


Conferenze presso Aula Gradoni - Università IUAV

Cotonificio - Dorsoduro 2196

  • SPETTACOLI
  • CONFERENZE
ore 22.45 - 35' Nightmare nº7
Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio D'Amico/ Compagnia Il Servomuto – Roma

Regia di Lorenzo Collalti Assistente alla regia: Alfredo Calicchio con Luca Carbone, Lorenzo Parrotto, Cosimo Frascella, Pavel Zelinskiy


LO SPETTACOLO

In un giorno imprecisato, in un luogo imprecisato, in un tempo imprecisato, un uomo si ritrova in una casa senza memoria. Tre bizzarri individui che vi si trovano per un motivo imprecisato si propongono l’obbiettivo di aiutarlo, in un modo imprecisato: “Perché non prende un tè?”


LA SCUOLA

Fondata a Roma nel 1936 dal teorico teatrale, critico e scrittore italiano Silvio D’Amico ed a lui intitolata dopo la morte. Il progetto didattico è da sempre ispirato a un concetto di laboratorialità e sperimentazione che permette agli allievi di confrontarsi con diverse metodologie di grandi Maestri della scena italiana e internazionale. Attualmente è presieduta da Caterina d´Amico e diretta da Daniela Bortignoni.

ore 21.45 - 50' Margherita il diavolo lo sa
Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio D'Amico/ Compagnia L'Elefante – Roma

Regia di Giulia Bartolini con Emanuele Linfatti, Luca Carbone, Alessia D'Anna ed Edoardo Coen Musiche di Enrico Morsillo Musicisti: Guglielmo Cetto (sax), Alice Romano (violoncello)


LO SPETTACOLO

Una casa in mezzo a ciliegi in fiore, i rampicanti che arrivano fino al tetto, le finestre a trifora.

Fuori il torrente luminoso, le montagne in lontananza, prati verdi, silenzio.

Margherita e il Maestro da quindici anni si alzano, sorridono, e vivono in pace nella loro casa eterna. Mosca è un ricordo lontano. Un sogno dimenticato. Forse mai esistito.


LA SCUOLA

Fondata a Roma nel 1936 dal teorico teatrale, critico e scrittore italiano Silvio D’Amico ed a lui intitolata dopo la morte. Il progetto didattico è da sempre ispirato a un concetto di laboratorialità e sperimentazione che permette agli allievi di confrontarsi con diverse metodologie di grandi Maestri della scena italiana e internazionale. Attualmente è presieduta da Caterina d´Amico e diretta da Daniela Bortignoni.

dalle 19.30 alle 20.30 Michele Monetta
Maschera & Maschere. Incontro videoforum sulla maschera nel ‘900.

Michele Monetta

Allievo del M° Etienne Decroux all’Ecole du Cirque“Fratellini” de Paris.  Fondatore a Napoli con Lina Salvatore di I.C.R.A.Project. Attualmente è docente di Recitazione e Commedia dell’Arte all’Atelier RUDRA creato da Maurice Béjart a Lausanne, di Mimo e Maschera all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” di Roma e di Educazione al Movimento Drammatico alla Scuola del Teatro Nazionale di Napoli.


Conferenze presso Aula Gradoni - Università IUAV

Cotonificio - Dorsoduro 2196

Partner

Venice Open Stage
Address
Campazzo San Sebastiano, Venice
Near San Sebastiano church
10 minutes from train station